Reels virali su Instagram: la guida completa 2022

reels virali
instagram-strategy

Gabriele Venturini

Tutti i consigli per Reels virali su Instagram e gli errori che pochi conoscono

Quando è il momento di pubblicare un reel su Instagram, la domanda è sempre la stessa: come rendere il reel virale? A differenza di quanto si dice spesso, non è solo questione di fortuna. Quando un reel diventa virale c’è quasi sempre una strategia, anche se il risultato è apparentemente un reel spontaneo e naturale.

Le strategie migliori sono proprio quelle che risultano invisibili, un po’ come il montaggio classico nel cinema di Hollywood. Eppure basta un’analisi più attenta dei contenuti che “ce l’hanno fatta” per notare alcuni tratti in comune e capire come hanno funzionato. Ecco quindi una guida ai reel virali 2022 a cui ispirarvi per conquistare followers.

I consigli da seguire per fare reels virali su Instagram

1. Le basi per un reel virale.

Prima di scoprire come rendere virali i reels è importante curare il profilo. Se hai aperto ieri il tuo account Instagram difficilmente un tuo contenuto potrà ottenere una performance virale. Diffida sempre da chi promette di farti avere successo su Instagram senza un minimo di lavoro alla base. Ottimizza il tuo profilo definendo una nicchia chiara a cui rivolgere i contenuti e curando la tua bio. In questo modo l’algoritmo di Instagram indicizzerà correttamente il profilo e mostrerà i tuoi contenuti alle persone realmente interessate.

2. Durata migliore per un reel

Quanto deve durare il reel per andare virale? Inizialmente la durata dei reels di Instagram era tra i 15 e i 30 secondi, dal 2021 è possibile realizzare anche reels da 60 secondi. Non farlo. Ovviamente puoi, ma secondo i risultati attuali la durata dei reel virali è tra i 10 e i 15 secondi. Perché? Semplicemente sono più facili da fruire anche per chi scorre rapidamente i contenuti e non ha voglia di seguire qualcosa in particolare. Un minuto di attenzione può sembrare breve ma implica una scelta precisa di interesse, 15 secondi scorrono più in fretta della voglia di passare oltre. C’è un altro motivo per cui i reel di 60 secondi non funzionano: la tecnica del loop.

3. Loop nei reel di Instagram

Come ogni social, Instagram ha interesse a trattenere gli utenti il più possibile sulla piattaforma. Per questo “premia” i contenuti che attirano e mantengono l’attenzione più a lungo. Come abbiamo visto, questo non significa creare reel più lunghi, perché la percentuale di abbandono è più alta. Piuttosto, meglio creare un reel breve con un effetto di loop infinito, ovvero in cui la fine e l’inizio coincidono come nelle Gif. In questo modo, l’utente che ha trovato il reel divertente o interessante sarà portato a vederlo più volte e più breve sarà il reel più aumenterà il numero delle visualizzazioni. Altro valore importate per l’algoritmo di Instagram.

4. Testo e scritte nei reels di Instagram

Nei reels conta soprattutto l’immagine, giusto? Sì e no. È vero che si tratta pur sempre di un video ma anche i testi fanno la loro parte. Quindi fai attenzione a:

Come scrivere le didascalie nei reels

Le didascalie, o caption, sono una parte essenziale per creare engagement. In particolare, coinvolgono l’utente con un titolo efficace e una brevissima introduzione al video che crea aspettativa, seguita da una Call To Action che invita al Comment, al Save o allo Share. È vero che in alcune nicchie, come in quella dello yoga, il testo non si usa quasi mai, ma spesso è uno strumento che gioca a tuo favore. Purché sia breve, è bene ricordarlo, e attiri verso il contenuto senza “spoilerarlo”.

Come fare le scritte nei reels

Instagram permette di arricchire i reels con scritte, gif ed emoji. Sono utili in funzione di “gancio” ma sceglile con attenzione. Innanzitutto devono essere leggibili, quindi fai le prove per vedere se font e colore sono quelli giusti. Inoltre devono essere posizionate bene, in modo da non disturbare la visione del contenuto. In ogni caso, non scrivere troppo. Ricorda sempre che l’utente del reel non deve fare alcuna fatica.

5. Musica per un reel virale

I dati raccolti hanno dimostrato l’importanza della musica per un reel di Instagram virale. Anche in questo caso, l’obiettivo è creare un reel di alta qualità, quindi scegli una musica che valorizzi il contenuto. Può essere in tema con le immagini o diametralmente in contrasto, se l’effetto che vuoi ottenere è comico o paradossale. Un conto è fare un reel dell’albero di Natale con l’ultima cover di Jingle Bells, un conto è scegliere un brano degli AC/DC. L’ideale per fare andare il reel virale è una musica in trend: puoi scegliere la migliore aiutandoti con TikTok o Spotify.

6. Rimuovere la filigrana

Se hai realizzato il tuo reel con un app diversa da Instagram, ricordati dirimuovere il marchio in filigrana. Fino a qualche tempo fa spopolavano i reels di TikTok su Instagram, poi IG ha iniziato a penalizzarli. Il trucco è appunto rimuovere la filigrana dai reels con un tool tipo SnapTik, Filmora, Video Watermarker Remover o Gomma Video. 

7. Basta balletti nei reels di Instagram

Quando pensi a un reel di Instagram ti viene subito in mente qualcuno che si dimena a ritmo di musica? Buone notizie: non serve più. Quello del balletto nei reel a tempo di musica era un trend fino a qualche tempo fa ma è ormai passato di moda da un pezzo. Per creare un reel virale su Instagram nel 2022 molto meglio giocare con lo storytelling, realizzando un contenuto interessante per l’utente. Tra i nuovi trend nei reels virali c’è ad esempio il plot twist con finale a sorpresa e l’uso di personaggi diversi, per presentare più punti di vista.

8. Collaborare con altri creator

Un’altra strategia per fare andare virale un reel è una collaborazione tra creator. Anche in un tempo breve è possibile inserire un “botta e risposta”, una spiegazione in combo o quello che ti suggerisce la fantasia. Come dico sempre, Instagram è un viaggio che si affronta insieme e cercare collaborazioni ti permette di far crescere la community e instaurare legami propizi.

9. Creare un reel emozionante

Per andare virali, meglio un reel divertente, polemico o commovente? La risposta è: basta che emozioni. E anche tanto. Le emozioni sono sempre la chiave per conquistare gli utenti che, prima di tutto, sono esseri umani. Non farle mai mancare nel tuo reel e cerca di essere autentico e naturale. Non c’è niente di peggio di qualcuno che finge ciò che non prova.

10. Quanti reels pubblicare?

Rendere un reel virale non è un’impresa da unico tentativo. Il consiglio è crearne con costanza, ovviamente senza annoiare i follower. Prova a pubblicare 3 reels di fila e vedrai che il profilo riceverà un buon boost. Quindi esercitati a creare più reels di alta qualità: attirerai l’attenzione e migliorerai ad ogni esperienza. 

L’errore da evitare nel creare un reels virale su Instagram

Quando l’obiettivo è la viralità è facile cadere nell’errore. Se segui già il mio profilo Instagram sai che consiglio spesso di non puntare a diventare virale ma a fare un buon lavoro. La qualità genera sempre interesse, mentre cercare il successo a tutti i costi è la via più facile per sbagliare. Uno degli errori più comuni in chi cerca di rendere un reel virale su Instagram è copiare i trend del momento. “Ma come, Gabry, se sono diventati virali così mi conviene fare lo stesso, no?” No. Quando qualcosa si trasforma in una tendenza ha già esaurito tutto il suo potenziale. Se ha già toccato la vetta, il prossimo passo è la caduta. Ancora peggio se si tratta di un trend di TikTok: le tendenze su TikTok arrivano su Instagram quando sono ormai in circolo da tempo. Quindi, come comportarsi?

I due modi migliori per creare un reel virale su Instagram

Se vuoi rendere virale un reel, oltre a puntare a fare un reel di alta qualità, ci sono due strategie da seguire:

1. Variazione sul tema

Abbiamo detto che copiare i reels di Instagram virali non funziona, quindi come fare? Semplicemente ispirati al trend del momento migliorandolo con qualcosa di unico. Invece di appiattirti su ciò che già esiste, introduci la tua variazione personale. Da una parte, il reel suonerà familiare agli utenti, che lo accetteranno con più facilità. Dall’altra, li interesserà con qualcosa di valido e originale evitando l’effetto deja-vu.

2. Topic Scouting

La seconda strada per fare un reel virale è anticipare le tendenze. Lo so, non è facile, ma più ti eserciti più diventerai in gamba. Esplora i contenuti che ti sembrano interessanti su Instagram e sfruttali per creare qualcosa di innovativo. C’è chi segue i trend e chi li crea, perché non potresti essere tra questi?

Come trovare le idee per i reels di Instagram

Non ti senti particolarmente ispirato? Prova a usare qualche tool utile per la ricerca di idee. Google Trend per vedere le tendenze in ascesa, Quora per capire cosa chiedono le persone su un determinato argomento, AnswerThePublic per scendere ancora più in profondità. Una volta che hai trovato il tuo argomento prendi carta e penna e scrivi:

  1. Di che cosa parlerà il reel
  2. Come hai intenzione di strutturarlo
  3. Dove vuoi inserire le transizioni

Anche per un contenuto breve come un reel è importante avere chiaro il progetto per sfruttare al meglio i pochi secondi disponibili.

Cosa serve per creare un buon reels virale?

Puoi realizzare il tuo reel di Instagram direttamente in app o caricarlo successivamente, aiutandoti con qualche piccolo accorgimento per aumentare la qualità. Ti bastano tre strumenti essenziali:

  1. Un cavalletto per posizionare la videocamera
  2. Cuffie per l’audio
  3. Ring light per illuminarti al meglio

Se utilizzi lo smartphone, ricordati di impostare la risoluzione video. Sul telefono, seleziona:

Impostazioni → Fotocamera → Record video.

Sull’app di Instagram, seleziona:

Impostazioni → Account → Uso dei dati mobili.

Questi piccoli passaggi ti permetteranno di non penalizzare la qualità delle immagini.

Reels virali: i migliori tools per editarli

Se vuoi rendere il tuo reel Instagram virale, esercitati anche con l’editing per valorizzarlo al meglio. I tool per editing sono moltissimi perciò hai un’ampia scelta a disposizione in base alle tue esigenze e preferenze di utilizzo. Tra quelli che al momento considero più efficaci, ti consiglio:

  • Inshot
  • CapCut
  • KineMaster
  • FilmoraGo
  • Trend Tok

In ogni caso, i tool per Instagram reels sono sempre in evoluzione e ogni mese ne escono di nuovi. Ti consiglio di sceglierne due o tre con cui ti trovi bene e usarli abitualmente in modo da ottenere risultati sempre migliori.

Le migliori app per creare copertine per un reel virale

Anche nel caso dei reels, come per gli altri contenuti Instagram, il primo impatto fa la differenza. Una volta editato il reel, aggiungi sempre una copertina accattivante che attiri l’utente. Puoi scegliere un frame del reel rappresentativo o creare una copertina indipendente anche con un app esterna. Questa seconda opzione ti permette di creare copertine per reels più professionali che faranno una bellissima figura nel tuo feed o nella sezione apposita. Quali strumenti usare per la cover di un reel da rendere virale? Tra i più efficaci ti consiglio:

  • Canva
  • Crello
  • Magisto
  • Vita
  • VideoShow

Ora hai davvero tutto l’occorrente per iniziare a creare il tuo reel virale. 

Vuoi altri consigli per aumentare le performance dei tuoi contenuti o una strategia personalizzata per dare un boost al tuo profilo Instagram? Prenota la tua consulenza e ti dirò come posso aiutarti. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on telegram

Guarda anche

Iscriviti alla newsletter

Tips, crescita personale & strategie per Instagram

Prenota la tua consulenza

GABRYSOLUTION

Iscriviti alla newsletter

Tips, consigli e strategia sul mondo di Instagram e la Crescita Personale

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.